Florence (2016)

Come iniziare questa recensione se non con un “Ommioddio quanto è invecchiato Hugh Grant!!!” e giù di pianti disperati in ricordo dei bei tempi antichi in cui era un figo stratosferico in Love Actually o in Bridget Jones! Perché in fondo è vero che il film è sulla vita di Florence Foster Jenkins, la “peggiore cantante al mondo”, ma il vero protagonista del film è lui. O meglio, del personaggio che interpreta! È lui che manovra la storia, che la regge e che, diciamocelo, la crea da zero. In una relazione un po’ strana, in cui sembra essere un toy-boy invece che un marito, e in cui si comporta da losco manager interessato solo al cash, crea il fenomeno Florence, solo per la premura di non dirle la verità: “Coniglietta, sei stonata come una campana!”. Lui invece non lo fa, e non si capisce perché… È vero che lei, essendo un’ereditiera, lo mantiene, ma è anche vero che lui sembra tenerci a lei, salvo avere una casa in affitto (pagata per l’appunto da lei) in cui vive con la sua amante. E allora non mi torna niente!

Lei invece, interpretata da Meryl Streep, è una donna svampita. Una donna che ha dovuto reprimere la sua più grande passione nel fiore degli anni, a causa dei genitori e di un matrimonio combinato,per poi ritrovarsi libera e con una cospicua eredità, ma “vincitrice” di una terribile malattia infettiva debilitante. Va da sé che, appena libera, torna a dedicarsi alla musica, ma non più al pianoforte, perché debilitata dalla malattia, bensì al canto lirico. Tutto perfetto, se non fosse che non ne è affatto capace. Ma lei non lo sa, vive tranquilla nel suo mondo ovattato in cui non riceve critiche perché il neo marito gliele scherma tutte. Ma cosa succede se hai fame di palcoscenici aperti anche a coloro che il marito non può schermare?

Trama: New York, 1944. In piena Seconda Guerra Mondiale, a New York l’ereditiera Florence Foster Jenkins (Maryl Streep), si diverte ad intrattenere gli amici più stretti in salotti in cui si esibisce, anche grazie al secondo marito St. Clair Bayfield (Hugh Grant), ex attore teatrale, che gestisce la sua carriera evitandole le eventuali critiche sulle sue doti canore. Dopo aver assistito a uno spettacolo di lirica, decide di ricominciare le sue lezioni, e per prima cosa organizza delle audizioni per un pianista che la accompagni. Conosce in questa circostanza Cosmé McMoon (Simon Helberg), pianista in erba, trasferitosi a New York in cerca di fortuna. Alla prima lezione scopre l’amara verità su Florence, che ben presto diventerà un’amara situazione anche per lui: l’ereditiera deciderà di esibirsi in teatro! Cosmé, titubante, viene convinto da St. Clair a non abbandonarli, ma anzi, di stare al gioco e aiutarlo a riempire la sala solo di persone non del settore, per ridurre al minimo l’impatto. Il problema è che il concerto, invece di soddisfare Florence, la incentiva a darsi ancora più da fare, a registrare un disco e ad organizzare un concerto alla Carnegie Hall in onore dei militari appena tornati dalla guerra, a cui regala gran parte dei biglietti. Questa volta però tra gli spettatori non ci saranno più solo persone fidate a St. Clair, bensì anche la critica, che deciderà di non sottostare ai piani di St. Clair e scriverà recensioni negative, nonostante gran parte del pubblico abbia apprezzato lo spettacolo (più per la simpatia della situazione che per le doti canore). St. Clair e Cosmé tenteranno di nascondere a Florence la verità, ma lei sospettosa scoprirà la verità, che la porteranno all’aggravarsi della malattia.

Informazioni

  • Regista: Stephen Frears
  • Anno:2016
  • Attori principali: Maryl Streep, Hugh Grant, Simon Helberg, Rebecca Ferguson, Nina Arianda
  • Genere: Commedia, Biografia
  • Durata: 110
  • Premi:1 Critics’ Choice Award, 1 British Academy Film Awards

E il mio giudizio è…

Un film surreale, molto leggero ma non divertentissimo. Non riesco ad inquadrarlo del tutto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...