Le ricette della signora Toku (2015)

In questi giorni ho bisogno di un po’ di leggerezza, a causa di alcuni problemi in famiglia. E allora che leggerezza sia, per tutti!

Non parlerò di film demenziali, anche perché ne ho visti pochi e ne ricordo ancora meno. Parlerò di un film serio, che però riesce a parlare delicatamente di malattia e di pregiudizi.

Trama: Tokio, giorni nostri. Toku (Kirin Kiki) è un’anziana signora che si muove per Tokio e ammira, estasiata, i ciliegi in fiore. Arriva davanti ad un piccolo locale che produce dorayaki, sulla vetrina del quale è esposto un cartello che indica che si cercano aiutanti, di qualsiasi età. A lavorare nel negozio c’è Sentaro (Masatoshi Nagase), uomo taciturno e all’apparenza burbero, il quale si vede costretto a rifiutare la candidatura di Toku, sia per la sua età sia per dei problemi alle mani che lei stessa gli fa presente. Toku però non si arrende, e porta a Sentaro la sua anko, la marmellata di fagioli rossi, tipico ripieno dei doroyaki, che Sentaro apprezza e che lo porta a cambiare idea e ad assumere Toku. Toku inizialmente insegna il lungo procedimento per la creazione della marmellata a Sentaro, ma in poco tempo, la nuova ricetta fa aumentare il numero dei clienti e ciò porta l’anziana signora ad occuparsi anche dei doroyaki. Iniziano allora a girare voci, anche grazie a Wakana (Kyara Uchida), ragazza spesso cliente del locale, della malattia di Toku, la lebbra, che porta la gente ben presto a sparire ed evitare il locale. Toku, capendo la situazione, si allontana, ma scrive una lettera a Sentoro dove descrive la sua vita, di come sia stata allontanata fin da giovanissima dalla società, per vivere in una città parallela con gli altri ammalati. Sentoro di risposta, le scrive un’altra lettera, in cui si apre a lei, descrivendo come mai si trovi lì a lavorare e di come ciò non lo soddisfi. Non gliela invia, e con Wakana si presenta al sanatorio dove ritroveranno Toku e conosceranno i suoi amici. Tornati in città, Sentoro assume Wakana al posto di Toku, e tutto sembra procedere per il meglio, finché la proprietaria del locale comunica ai due di alcune modifiche strutturali del locale e che Sentoro dovrà formare il nipote della proprietaria, affinché diventi il futuro gestore del locale. Affranti, tornano al sanatorio, dove scoprono che Toku è morta appena tre giorni prima, a causa di una polmonite, ma dove gli viene fatto ascoltare un audio, registrato da Toku prima di morire. Nella cassetta, Toku li esorta a fare ciò che li rende felici. Forte delle parole di Toku, Sentoro si licenzia e inizia a vendere doroyaki con un carrettino al parco.

Informazioni

  • Regista: Naomi Kawase
  • Anno: 2015
  • Attori principali: Kirin Kiki, Masatoshi Nagase, Kyara Uchida
  • Genere: Drammatico
  • Durata: 113

E il mio giudizio è…

Per quando avrete bisogno di trascorrere un paio di ore in tranquillità.

E per quando sarete sazi, perché quella marmellata fa venire l’acquolina!

 

Annunci

2 pensieri su “Le ricette della signora Toku (2015)

    1. Sono dell’idea che lo spoiler non sia ugualmente grave per tutti i film, e infatti quando credo sia necessario non rivelare il finale, avviso che ci sarà lo spoiler. Molti altri film invece sono belli anche se scopri la trama in anticipo! 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...