Ausmerzen.Vite indegne di essere vissute (2011)

Oggi parliamo di una cosa un po’diversa, oggi parliamo di un documentario. Anzi no, parliamo di un’opera teatrale, rappresentata e al contempo registrata a Milano, presso l’ex ospedale psichiatrico Paolo Pini. Chi recita? Solo Marco Paolini. Cosa recita? Una descrizione puntuale e cruda di tutto il meccanismo che ha portato alla creazione dei campi di sterminio nazisti. Perché, come ci tiene a puntualizzare più volte, sono state necessarie prove ed esperimenti, affinché i campi fossero efficienti e il personale fosse preparato e il resto della popolazione venisse desensibilizzato.

Un lungo discorso di denuncia, di come ci si può abituare anche a ciò che invece dovrebbe metterci in allarme. Di come le menti più geniali dell’epoca abbiano avuto un ruolo cardine nel convincere tutti che ci fosse una distinzione tra persone di serie A e persone di serie B. Di come la popolazione ha voluto chiudere un occhio, ma anche due, su ciò che inizialmente accadeva a pochi metri da loro, e su come questo è stato possibile.

Proprio oggi, nella Giornata della Memoria, non posso che consigliarvi la visione di quest’opera, di cui vi riporto il link.

Ausmerzen. Vite indegne di essere vissute. (M.Paolini, 2011)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...