Elf (2003)

Siamo sotto Natale e non ho ancora recensito niente a riguardo? Stupida me! Corro a rimediare!

Beh la romanticona che è in me, ora vi inizierebbe a parlare di Love Actually, ma sinceramente non ricordo se l’ho già recensito. E allora perché non parlare di un film meno romantico ma tanto tanto divertente? Diciamo di quelli che inevitabilmente ti lasciano il sorriso stampato in viso! Un cinepanettone? Sia mai! Per chi mi avete preso???

Io parlo di Elf, da far vedere a tutti tutti tutti. Secondo me mio nonno si farebbe venire il singhiozzo dalle risate! Anzi, sapete che c’è, magari ci provo pure quando lo vedo!

Trama: Polo Nord/New York. La notte di Natale, Babbo Natale (Edward Asner) fa visita anche ad un orfanotrofio, e mentre si distrae nel mangiare i biscotti e bere il latte, uno dei piccoli orfani, Buddy (Will Ferrell) entra nel sacco dei regali e arriva con lui al Polo Nord. Quando gli elfi lo scoprono, decidono di tenerlo con loro, e crescerlo come un elfo. Viene affidato a papà elfo (Bob Newhart- sì, è proprio il Professor Proton di Big Bang Theory!), che lo cresce amorevolmente e gli insegna anche i trucchi del suo mestiere (lui si occupa della manutenzione della slitta di Babbo Natale). Arriva però il momento in cui la differenza tra lui e tutti gli altri elfi è ormai evidente e papà elfo è costretto a dirgli la verità. Gli spiega che non è un elfo, ma un umano, e che la sua vera mamma è morta giovane e il suo papà, Walter Hobbs (James Caan), si trova a New York, si occupa di editoria per bambini, ma -dramma!- si trova sulla lista dei cattivi. Buddy decide di percorrere il lungo viaggio che lo porta a New York dove viene assunto, grazie al suo aspetto, in un grande magazzino, come elfo di Babbo Natale, e proprio lì conosce Jovie (Zooey Deschanel- irriconoscibilissima da bionda!), di cui si innamora. Inoltre riesce a trovare in poco tempo il padre, che però lo reputa un bugiardo, tanto che gli fa fare un test del DNA. Walter viene poi obbligato dalla moglie Lisa (Mary Steenburgen) ad ospitare Buddy a casa, dove quest’ultimo fa ben presto amicizia con il loro figlio Michael (Daniel Tay). La situazione di rovina quando Buddy manda in fumo un affare di lavoro di Walter, il quale si arrabbia e lo caccia. Buddy scappa via e si ritrova a Central Park la sera tra 24 e 25 dicembre. Ed è proprio a Central Park che atterra la slitta di Babbo Natale, in seguito a un guasto, che fortunatamente Buddy sa riparare. Però ciò non è sufficiente, la slitta usa come “carburante” lo spirito natalizio degli umani, in quale è abbastanza scarso negli ultimi tempi! Michael, spaventato per la fuga di Buddy, convince il padre ad andare a cercarlo, e grazie a Jovie, riescono ad intonare un canto natalizio che serve a far ricominciare a volare la slitta prima che sia fermata dai rangers di Central Park. Salvato il Natale, Buddy decide di rimanere a New York, e di vivere come un umano: diventa il protagonista del nuovo libro del padre e ha addirittura un figlio da Jovie! Però ogni tanto va ancora a trovare gli elfi e Babbo Natale!

Informazioni

  • Regista:Jon Favreau
  • Anno:2003
  • Attori principali: Will Ferrell, Zooey Deschanel, James Caan, Edward Asner, Bob Newhart, Mary Steenburgen, Daniel Tay
  • Genere:Commedia
  • Durata:93

E il mio giudizio è…

Se volete ridere, se volete sentire lo spirito natalizio, se volete far volare la slitta di Babbo Natale, dovete proprio vederlo!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...