Tangerine (2015)

Qualche mese fa, alla ricerca della data di uscita in Italia del nuovo film di Bridget Jones, mi sono imbattuta nell’elenco dei film in uscita e, tra i tanti, uno mi aveva colpito per il nome. Sì, per il nome! Alla pari dello scegliere un libro perché ha la copertina rosa.

Me lo ero segnato e qualche giorno fa ho ritrovato l’appunto e ho fatto una mini ricerca. Mi aspettavo qualcosa di orientale, poetico, un po’ sui generis. Poi ho letto la trama, e sono sorti i primi dubbi. “Chissà perché ha questo nome!”. Poi l’ho cercato e l’ho visto (Non è ancora al cinema… Anzi non credo proprio che uscirà nelle sale in Italia), e tutt’ora mi chiedo il senso del titolo. Secondo me non c’è!

Tra le ricerche fatte su questo film, comunque, ho trovato che, per problemi di budget, l’intero film è stato girato con degli iPhone 5S. Cosa che mi ha incuriosito ancora di più. Peccato che la saturazione fosse a tratti fastidiosa, ma credo che sia stato fatto quello che si poteva!

Trama: Los Angeles, giorni nostri. Sin-Dee (Kitana Kiki Rodriguez) è una prostituta transessuale appena tornata in libertà dopo 28 giorni di carcere. La prima cosa che fa è rivedersi con la migliore amica Alexandra (Mya Taylor), anch’essa prostituta transessuale, in un negozio di donut. Durante la conversazione tra le due, Alexandra le rivela che Chester (James Ransone), il fidanzato (e protettore) di Sin-Dee, la ha tradita con una donna vera. Sin-Dee furiosa, inizia un viaggio nell’intera città alla ricerca dei due. Alexandra, inizialmente la segue, ma poi preferisce abbandonarla e prepararsi per lo spettacolo di canto che farà quella sera in un bar. Sin-Dee, seguendo le indicazioni di vari personaggi vicini a Chester, trova la ragazza, Dinah (Mickey O’Hagan), anch’essa prostituta, e la trascina fino nel suo quartiere per andare a parlare con Chester, ma si rende conto che è anche arrivata l’ora dello spettacolo di Alexandra, quindi fa una deviazione. Intanto il film racconta anche del tassista Razmik (Karren Karagulian), uomo armeno, sposato con una figlia, che però è anche cliente delle due ragazze. Alla fine dello spettacolo, le tre ragazze ritornano nel negozio di donut, dove Chester gestisce i suoi affari, e lo trovano lì, e Sin-Dee ha finalmente l’occasione di confrontarsi. Chester ammette che è vero, ma che lui ama solo lei. Intanto arriva al locale anche Razmik, in cerca di Sin-Dee, ma viene trovato dalla suocera che, capito cosa sta succedendo, avvisa la figlia che arriva al locale e non sa come è meglio comportarsi. Quando i tre se ne vanno via, Chester chiarisce con Sin-Dee ma scopre che a rivelarglielo è stata Alexandra, quindi si arrabbia con lei e rivela a Sin-Dee che è stato anche con lei. Sin-Dee, visibilmente delusa, scappa via, ma resta vittima degli scherzi di alcuni ragazzi di passaggio. Viene aiutata da Alexandra, con cui fa poi pace.

Informazioni

  • Regista: Sean Baker
  • Anno: 2015
  • Attori principali: Kitana Kiki Rodriguez, Mya Taylor, James Ransone, Mickey O’Hagan, Karren Karagulian
  • Genere: Drammatico
  • Durata: 88
  • Premi: Diversi premi in festival minori

E il mio giudizio è…

Io questo film non l’ho capito. Non ne ho capito il senso. Non ho capito se l’intento fosse un film di denuncia, come si può vedere dalle tematiche trattate. E non ho capito se sia opportuno consigliarvelo o meno.

 

Annunci

Un pensiero su “Tangerine (2015)

  1. Credo che ogni opera d’arte sia un’opera aperta all’interpretazione. Quindi, interpretalo come vuoi. Io lo trovo descrittivo. Descrive il mondo in cui viviamo. Ma vista la presenza di personaggi transessuali, potrebbe essere anche di denuncia. O volutamente provocatorio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...