My fair lady (1964)

Quest’oggi parliamo di un colosso, un filmone. Sono preparatissima sull’argomento, avendo visto il film, una rappresentazione teatrale in lingua e pure una rappresentazione dell’opera greca da cui è tratto, il Pigmalione!

My Fair Lady è un film lunghissimo, io non credevo, ma che scorre veloce. Con qualche canzone di troppo magari, ma poi alcune ti restano anche in testa, e ti svegli giorni dopo cantandole. Un’attrice protagonista formidabile, Audrey Hepburn, che riesce nel difficile ruolo di sembrare una fioraia ignorante e dalla pronuncia (e voce) fastidiosa, e nel semplice (per lei) ruolo di elegante dama. Vestiti bellissimi. Scenografia a metà strada tra film e teatro. Trama leggera e film divertente.

Trama: Londra, tra la fine dell’800 e i primi anni del ‘900. Fuori da un teatro, dopo uno spettacolo, una fioraia di strada, Eliza Doolittle (Audrey Hepburn), tenta di vendere mazzolini di fiori agli spettatori, raggruppati sotto un colonnato perché piove. L’unico che acquista i fiori è il colonnello Pickering (Wilfrid Hyde-White), mentre uno strano uomo prende appunti. Eliza spaventata che possa essere la polizia, inveisce contro per spiegare che è una venditrice onesta, ma l’uomo le spiega, adirato e infastidito dalla voce e dal modo di parlare della ragazza, che è il signor Higgins (Rex Harrison), un professore di fonetica e che stava studiando i vari accenti lì intorno. Inizia a parlare con Pickering e scopre che è lo stesso famoso colonnello che si anch’esso di fonetica, e decide di ospitarlo a casa sua. Parlando tra loro, Higgins dice che se volesse, potrebbe insegnare a Eliza a parlare e a sembrare una gran dama. Eliza ci pensa tutta la notte e decide di presentarsi a casa del professore per prendere lezioni, con i pochi spiccioli che ha guadagnato la sera prima. Higgins e Pickering decidono allora di fare una scommessa: Eliza si sarebbe trasferita lì e avrebbe fatto lezioni per 6 mesi, al termine dei quali avrebbe partecipato al ballo con la regina. Seguono settimane difficili, in cui Eliza proprio non riesce a perdere l’abitudine di urlare e scambiare le A per E, finché Higgins non le fa un discorso che la conquista. Come rodaggio, viene portata alle corse ad Ascot, per sottoporla al giudizio della madre di Higgins. In questa occasione Eliza conosce Freddy, che si invaghisce di lei, anche grazie ad un’uscita poco felice che lei fa, scandalizzando tutti. Le prove continuano e alla fine dei sei mesi, al ballo fa talmente una buona figura, che viene invitata a ballare dal principe. Tornati a casa seguono grandi festeggiamenti, che però non coinvolgono lei. Higgins e Pickering sono solo contenti di come sia andata e si ritrovano sollevati che l’esperimento sia finito. Eliza si sente usata, disillusa e arrabbiata, e dopo aver discusso con Higgins, scappa di casa e va via con Freddy, andando prima a trovare i suoi vecchi amici, ma non è riconosciuta, e poi dalla madre di Higgins. Al risveglio i due si accorgeranno della scomparsa della ragazza e inizieranno a cercarla dovunque. Higgins la troverà dalla madre e avrà un’altra discussione con lei, dove capirà di esserne innamorato, ma troppo altezzoso per comunicarglielo. Eliza dal canto suo, vuole che lui le dimostri qualcosa. Si ritroveranno a casa di Higgins, mentre lui ascolta uno dei primi audio registrati della voce di Eliza.

Informazioni

  • Regista:George Cukor
  • Anno: 1964
  • Attori principali:Audrey Hepburn,Wilfrid Hyde-White, Rex Harrison
  • Genere: Musical, Commedia
  • Durata:170
  • Premi: 8 Oscar, 3 Golden Globe, 3 David di Donatello

E il mio giudizio è…

Non può mancare nei vostri film visti! Armatevi di un pomeriggio e rifatevi gli occhi!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...