La grande scommessa (2015)

Da quanto non scrivo? Davvero tanto. Sarà che non avevo voglia.. Non avevo tempo.. Non c’era una grande scelta di film in questo periodo. Ma ecco che è arrivato il periodo favorevole, dopo Natale, e i (neanche tanti quest’anno) cinepanettoni, ecco che iniziano a spuntare come funghi piccole perle che si tenevano stipati per inizio anno. E allora periodo scorpacciata, iniziato! Anche perché, ancora più dell’anno scorso, sono intenzionata a vedere tutti i film candidati all’Oscar! A che punto sono? Buono, dai! E allora da cosa iniziamo?

Direi di partire direttamente togliendoci il dente, col film che meno ho capito, “La grande scommessa”! Perché? Beh diciamo che magari le spiegazioni date durante il film, non ti mettono in pari con l’intero programma unificato della facoltà di economia et simili. Sarò scema io, ma non sono nozioni che impari nell’arco di un paio di ore di film, in cui tenti di star dietro alla trama ma, tra argomento, e l’intrecciarsi di tre storie parallele, arrivi al finale un po’ confusa.. Eh vabè dovete scusarmi, sono bionda!!

Il finale però lo conosciamo benissimo, insomma parliamo non solo di una storia vera, ma di una storia fin troppo attuale e, come lascia presagire il film, destinata a ripetersi.

Trama: Stati Uniti, tra il 2005 e il 2007. Michael Burry (Christian Bale), che non so quale lavoro esattamente faccia (sempre per la mia ignoranza a riguardo, scusate!), scopre che tutti i mutui stipulati dalle banche sono rischiosi per le banche stesse, perché dati senza troppe ricerche anche a coloro che in realtà non potranno mai ripagare il mutuo. Capisce che può sfruttare questa conoscenza a suo favore, perché le banche di questo non sono al corrente, poiché credono che il mercato immobiliare sia sicuro. Scommette quindi con esse, versando un tot al mese, e attende che il mercato immobiliare collassi, stabilendo come data, il secondo trimestre del 2007. Quando infatti crollerà, lui guadagnerà il 489% di ciò che ha investito.

Questo comportamento desta l’attenzione di Jared Vennett (Ryan Gosling), che lavora alla Deutsche Bank, e a sua volta capisce che le previsioni di Burry siano, purtroppo, vere e agisce facendo la stessa cosa. Inoltre avvisa anche Mark Baum (Steve Carell) di ciò che sta per succedere e lo convince a comportarsi di conseguenza. Inoltre i due, aiutati dalla squadra di Baum, indagano sempre più a fondo per capire cosa rischia l’economia americana.

Sempre nel 2005 poi, due ragazzi, Charlie e Jamie, vengono a conoscenza della situazione tramite un volantino di Vennett, però essendo abbastanza inesperti, chiedono aiuto ad un loro vecchio amico, Ben Rickert (Brad Pitt), per entrare in questo affare.

Quando nel secondo trimestre del 2007, l’economia crolla, questi tre gruppi di persone saranno gli unici a trovarne profitto.

 

Informazioni

  • Regista: Adam McKay
  • Anno: 2015
  • Attori principali: Christian Bale, Ryan Gosling, Steve Carell, Brad Pitt
  • Genere: Biografia, Drammatico
  • Durata: 130
  • Premi: Numerose nomination agli Oscar, Golden Globe, Bafta

 

E il mio giudizio è..

Premettendo che mi piacciono le storie vere, il cast è davvero ottimo, scorre veloce, anche se un po’ lungo. Se poi siete esperti di economia, o avete perlomeno una minima infarinatura -non come me!-, secondo me vi piacerà!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...