Third Person (2013)

Buon pomeriggio gente! Quest’oggi vorrei parlarvi di un film che mi sta facendo uscire di testa.. In senso brutto, ovvio.

Prima di tutto.. Perché un film presentato nel 2013 arriva in Italia due settimane fa?? Ma poi, è stato girato in parte in Italia, un po’ di riconoscenza!

Ne sono rimasta incuriosita perché alcune scene sono state girate nella mia città, Taranto, anche se pochi lo sanno. Però quale baretto sperduto ti vende le pucce a 3 euro dai?? Oltre agli scorci delle città, alcuni più visti di altri, il mio dubbio sorge sulla trama. Inizia bene, sembra promettente, sembra un film tranquillo e anche interessante. Poi ti fa uscire fuori di testa, con degli incroci narrativi che mi so spiegare solo se il film fosse di fantasia o giù di lì. E invece non lo è, quindi inizi a pensare ad una spiegazione plausibile, e non la trovi, e intanto il film scorre e tu te lo perdi, senza rammarico però. Ora ve lo racconto, però boh, spero di riuscirci, perché sarà dura!

Trama: Giorni nostri. Ci sono 3 storie d’amore diverse, più che altro drammi, vissute in città diverse e in modi diversi. Michael (Liam Neeson) è uno scrittore che, dopo aver vinto un premio Pulitzer, ci riprova esiliandosi in una camera d’hotel di Parigi, lontano dalla moglie Elaine (Kim Basinger), da cui è separato, che vive a New York. Ha una relazione parallela con una giovane giornalista che tenta di diventare anche lei una scrittrice, Anna (Olivia Wilde). Quest’ultima ha un rapporto ambiguo con il padre, perciò diventa la protagonista del nuovo libro di Michael. Intanto a New York Julia (Mila Kunis) inizia a lavorare con cameriera in un hotel per permettersi un avvocato, per far sì che suo figlio sia affidato a lei e non al padre (James Franco), dopo un episodio non molto chiaro in cui il bambino ha rischiato di morire soffocato mentre era con lei. Non riesce a presentarsi all’appuntamento in tempo e perciò non le viene concesso l’affidamento però riesce a vedere un’ultima volta il figlio dopo una dura litigata con il suo ex, che capendo quanto lei ci tenga, accetta di farglielo vedere qualche giorno, ma è già troppo tardi, perché la ragazza sparisce. Infine a Roma Scott (Adrien Brody), un ladro di modelli delle grandi case di moda, in un baretto gestito da Marco (Riccardo Scamarcio), conosce Monika (Moran Atias), una rom che deve dei soldi ad un uomo per riprendersi sua figlia. Scott ne resta affascinato e l’accompagna in un viaggio verso il sud Italia per incontrare quell’uomo, che Scott ricorda per aver visto più volte a Roma intorno a lui. Pur sentendosi preso in giro, aiuta Monika, sia perché ne è affascinato sia per i sensi di colpa dovuti al fatto di aver provocato la morte della figlia, affogata in piscina a New York, avuta, si scoprirà poi, con Elaine. Ecco.. Qui non ha senso, e non ha senso quando Julia arriva tardi perché l’appunto dell’appuntamento l’aveva scritto su un foglio in hotel, preso poi da Anna.. Pur essendo una a New York e l’altra a Parigi.

Informazioni

  • Regista: Paul Haggis
  • Anno: 2013
  • Attori principali: Liam Neeson, Kim Basinger, Olivia WIlde, Adrien Brody, Moran Atias, Riccardo Scamarcio, Mila Kunis, James Franco
  • Genere: Drammatico
  • Durata: 137
  • Premi: Come si direbbe a Taranto.. “Nind!”

E il mio giudizio è..

Ma ti pare??

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...