Maleficent (2014)

Buongiorno lettori, da quanto tempo? Novità? Io sono tornata da un po’ dalle vacanze, ma poi ho avuto problemi col pc quindi ho dovuto aspettare un po’ prima di poter recensire qualcosa, ma eccomi qua!

Proprio ieri sera ho visto finalmente Maleficent e ora sono qui a raccontarvelo. Ero un po’ timorosa inizialmente, un film della Disney che riporta che i bambini devono essere accompagnati da un adulto durante la visione,non ispirano chissà quale fiducia, infatti mi aspettavo qualcosa sullo stile di Tim Burton. Invece ne sono rimasta piacevolmente colpita. Mi è piaciuto l’intento di dare dignità a un cattivo delle fiabe. Insomma tutti siamo abituati a vedere i cartoni animati dal lato delle principesse, tifare per loro, gioire quando il cattivo è sconfitto, ma mai nessuno si chiede perché il cattivo è cattivo. Tutti abbiamo un passato e non sempre questo traspare dalle fiabe. Si parte già dal punto in cui il cattivo è cattivo a prescindere e lo si odia per partito preso in quanto antagonista.

Questa volta la Disney ha voluto spiegare i retroscena, ha voluto spiegare ai bambini che non esiste solo il bianco e nero,ma una schiera di sfumature che dipendono da tutto ciò che succede nella vita, e che se anche uno ormai tende molto al nero, può avere dei momenti del tutto bianchi.

E allora ti viene da domandarti, da grande ossessionata dei cartoni Disney, se la matrigna di Cenerentola ha avuto un’infanzia difficile, se Ursula e Jafar siano stati sudditi maltrattati, se Grimilde abbia subito bullismo per il suo aspetto in adolescenza. I cattivi di cartoni animati come Mulan o Pocahontas invece vanno spiegati seguendo la storia. Ma già lì, chi li capisce più?

Trama: Molti anni prima della nascita di Aurora, il regno era diviso in due, da una parte regnavano gli umani, sempre rancorosi e invidiosi degli altri, dall’altra c’era il mondo magico, popolato di varie creature e fate, tra cui c’era Malefica (Angelina Jolie) una fate con dimensioni umane, con grandi ali piumate e corna. Era amica di tutti e gentile con chiunque, anche gli sconosciuti, e grazie al suo modo di fare stringe amicizia con un umano, Stefano (Sharlto Copley), un ragazzo della sua stessa età. I due si innamorano ma poi Stefano sparisce per cercare fortuna. Qualche anno dopo il re Enrico del mondo degli umani, deciso a conquistare tutto, attacca il mondo delle fate, ma resta ferito da Malefica. Tornato al castello decide che il suo successore sarà colui che ucciderà Malefica. Stefano, ormai diventato aiutante del re, saputa la notizia si precipita da Malefica fingendo di volerla avvisare, ma in realtà la fa addormentare con un sonnifero intenzionato ad ucciderla. Non ci riesce, probabilmente per i sentimenti che ancora prova per lei, ma in compenso le strappa le ali e le porta al re, diventando così colui che sposerà la principessa alla sua morte. Malefica, una volta sveglia, capisce di essere stata ingannata e diventa una strega cattiva trasformando tutto il regno delle fate in un luogo tetro e infelice. Sceglie come suo aiutante un corvo, Fosco (Sam Riley), affinché diventi di fatto “le sue ali” e sottomette il resto del regno delle fate. Stefano e la principessa hanno poi una figlia, Aurora (Elle Fanning). Malefica, non invitata al battesimo, si presenta comunque e scaglia la famosissima maledizione del fuso dell’arcolaio sulla piccola Aurora. Nell’intento di salvarla, Stefano affida sua figlia a tre piccole fate rimaste buone, ma tanto inette, affinché la tengano lontana dal castello fino ai 16 anni. Ve lo devo proprio dire, mille volte più tenere e simpatiche quelle del cartone animato. Gli anni passano e Malefica continua a stare vicina ad Aurora pur non facendosi vedere, aiutandola e salvandola più volte, perché di base è buona. Arriva a conoscerla mentre ha 15 anni e decide di eliminare l’incantesimo, salvo poi scoprire che neanche lei può. Così accade ciò che era stato predetto, un po’ perché le tre fate tonte non riescono a mantenere i segreti, e Aurora si ritrova al castello a pungersi e cadere in un sonno profondo. Sperando di fare in tempo e aiutarla, Malefica porta un ragazzo, il principe Filippo (Brenton Thwaites), conosciuto per caso da Aurora, davanti alla principessa addormentata, affinché la baci e la svegli, anche se ancora dubbiosa del “Bacio del vero amore”. E infatti il bacio del principe non basta, e allora Malefica, addolorata, chiede perdono al capezzale di Aurora e la bacia, svegliandola. Ma Malefica, che si trova nel castello, rischia la vita, perché Stefano sa ancora quali sono i suoi punti deboli, però grazie all’aiuto di Aurora riuscirà a salvarsi. Aurora viene poi proclamata regina, di entrambi i regni. E vissero tutti felici e contenti, qui ci sta alla grande.

Informazioni

  • Regista: Robert Stromberg
  • Anno: 2014
  • Attori principali: Angelina Jolie, Sharlto Copley, Sam Riley, Elle Fanning, Brenton Thwaites
  • Genere: Fantastico
  • Durata: 97
  • Premi: 2 People’s Choise Award

E il mio giudizio è..

Molto bello, sinceramente non me l’aspettavo. Perché più punti di vista sono meglio.

Annunci

4 pensieri su “Maleficent (2014)

  1. Io ho trovato tutto molto bello (costumi, scenografie, effetti speciali) tranne la trama. Hanno completamente snaturato la storia de La Bella addormentata nel bosco. Capisco il voler dare un’interpretazione diversa, una spiegazione della malvagità di un individuo, ma potevano trovare un altro modo. Oppure inventarsi un’altra fiaba, non prenderne una già ampiamente conosciuta.
    Mchan

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...